Proprietà del limone contenute nel succo e nella buccia

53
Proprietà del limone

Le proprietà del limone, agrume originario dell’India, si conoscono ormai da millenni e non passano mai di moda.

La pianta del limone cresce in abbondanza nel bacino del mediterraneo e in tutte le zone dal clima mite o caldo. La fioritura è continua, quindi si possono vedere sia frutti di limone maturi che acerbi contemporaneamente. Il limone è quindi presente sulle nostre tavole praticamente tutto l’anno.

Proprietà del limone: vitamine e sali minerali

Le numerose proprietà del limone fanno riferimento soprattutto all’enorme quantità di vitamina C presente nel succo e nella buccia. Ma ci sono anche rilevanti quantità di sali minerali quali ferro, fosforo, potassio, calcio, magnesio, rame, zinco e manganese. Per non parlare delle altre vitamine: vitamina A, E, B e J.

I benefici del limone – come sfruttarli al massimo

Le proprietà del limone si possono apprezzare non solo con una fresca bibita estiva, ma si tratta di un agrume ampiamente utilizzato in cucina, per pietanze sia salate che dolci. E’ sufficiente digitare ‘ricette al limone‘ sui motori di ricerca per avere una panoramica esaustiva di ciò che si può fare con questo frutto così aspro e gustoso.

Viene consigliato praticamente in qualsiasi dieta dimagrante, ma soprattutto data la sua alta carica disinfettante e depurativa nella Dieta Detox.

Grazie a tutti i suoi elementi nutritivi, il succo di limone (e la buccia grattugiata) porta a questi risultati:

  • depurazione estrema – acqua e limone al mattino regolarizzano il transito intestinale e alcalinizzano gli organi interni
  • meno cellulite evidente – stimola la diuresi e lo smaltimento del grasso intrappolato tra le cellule
  • potere antitumorale e antiossidante grazie ai flavonoidi e alla vitamina C
  • prevenzione dei calcoli renali grazie all’acido citrico e alla cistifellea grazie al limonene
  • innalzamento delle difese immunitarie grazie alle tante vitamine
  • nausea e vomito debellati
  • potere anti diarrea
  • prevenzione dell’arteriosclerosi
  • meno carichi di lavoro per il fegato
  • aumento dei globuli rossi e dell’assimilazione del ferro ricavato dagli alimenti animali
  • diminuzione dei radicali liberi e rallentamento dell’invecchiamento cutaneo
  • prevenzione delle emorragie interne grazie alla vitamina B3
  • altissimo potere disinfettante
  • miglioramento dell’asma grazie alla vitamina C e agli antiossidanti
  • proprietà coagulanti per la cura delle emorragie interne
  • prevenzione degli infarti e rinforzo dei vasi sanguigni
  • efficace battericida (malaria, colera, difterite, tifo)
  • miglioramento della potabilità dell’acqua
  • digestione più veloce
  • denti bianchi e lucenti
  • pelle sbiancata e profumata
  • potente termicida

Per ricavare dal limone queste e altre azioni benefiche, leggi come lo inseriamo in un menu settimanale detox.

Controindicazioni all’uso del limone

Con tutte queste qualità e benefici, è difficile credere che il succo di limone possa avere anche qualche controindicazione ma, come in tanti altri casi, qualche appunto bisogna pur farlo.

Può infatti provocare acidosi e, per questo, non va abbinato ai cereali, alle castagne e al pomodoro. Il frutto del limone può maturare anche se staccato dalla pianta; e proprio per questo consigliamo l’acquisto di limoni biologici, soprattutto se si intende consumarne la buccia, poiché tanti frutti ancora verdi vengono incerati e ripuliti con fungicidi nocivi per l’uomo.

I casi ove si sconsiglia un uso quotidiano del limone sono davvero pochi, ma ricordiamo le insufficienze epatiche, la gastrite cronica, l’artrite cronica avanzata e il rachitismo poiché in queste situazioni l’organismo fa fatica a trasformare l’acido citrico del limone durante il processo digestivo.