Le proprietà del cioccolato: scopri benefici e utilizzi delle fave di cacao

97
Proprietà cioccolato fondente

Tutti noi abbiamo provato a resistere alla fortissima tentazione di spiluccare come spuntino o dopo un pasto uno o due quadretti di cioccolato, ma… è praticamente impossibile!!

Cioccolato fondente calorie e proprietà

Una domanda che spesso ci facciamo è questa: ma il cioccolato fa ingrassare? La risposta non è del tutto netta, perché di fatto è strettamente legata alle quantità di cioccolato ingerite.

Se calcoliamo che 100 grammi di cacao amaro (in polvere, grezzo) apportano circa 350 kcal, e il cioccolato fondente (quindi senza latte e aromi o zuccheri particolari) ben 515, ci vien da pensare che non ci possa essere una dieta del cioccolato per dimagrire, eppure diversi studi, recenti e non, ci dimostrano che un consumo, anche quotidiano, di tavolette di cioccolato fondente, a patto che le quantità siano esigue, possa portare a numerosi effetti positivi per l’organismo, tra i quali, per altro, anche la perdita di peso!

Se vuoi dimagrire velocemente e senza effetti collaterali, prova Chocolate Slim, un sostitutivo del pasto formidabile e gustoso, ricco di cacao!

Benefici cioccolato fondente

Le scoperte compiute sul cacao amaro, benefici e proprietà nutrizionali, ci possono sicuramente far sentire meno in colpa quando gustiamo furtivamente un cioccolatino. Ecco quali sono, in sintesi, i benefici del cioccolato:

  • ha un effetto migliorativo sull’apparato cardio-circolatorio grazie ai flavonoidi, contenuti anche nel vino rosso, con incredibile potere antiossidante, capaci di lottare contro i radicali liberi
  • non permette l’ossidazione del colesterolo LDL (quello cattivo) favorendone l’eliminazione
  • impedisce la formazione dei trombi nelle arterie, quindi funge da anticoagulante
  • tiene a bada i livelli di pressione sanguigna favorendo la fluidificazione del sangue e la dilatazione dei vasi
  • vanta buone proprietà antinfiammatorie e si può utilizzare per curare la tosse al posto del classico sciroppo grazie alla presenza di teobromina
  • favorisce la diuresi e, di conseguenza, lo smaltimento delle tossine permettendo ai reni di rigenerarsi
  • stimola la secrezione delle endorfine, sollevando l’umore e la positività
  • dona energia e vigore per tutta la giornata non facendoci sentire mai stanchi
  • è ottimo per gli atleti in quanto, ricco di magnesio, impedisce il manifestarsi dei fastidiosi crampi muscolari
  • stimola l’ormone della felicità, ovvero la serotonina
  • va utilizzato anche dagli anemici per poter sfruttare al meglio la quantità di ferro in esso contenuta (con un occhio anche al palato!)

Tutte queste proprietà terapeutiche fanno capire che si può inserire il cioccolato fondente nella dieta, limitandosi ovviamente a due o tre quadratini o cioccolatini, possibilmente di cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao.

Come consumare il cioccolato

Sottolineiamo l’importanza di utilizzare preferibilmente cioccolato fondente, poiché quello al latte inibisce la funzione degli antiossidanti e aumenta il conteggio delle calorie totali. In ogni caso, una cioccolata calda una volta ogni tanto, non è dannosa, basta avere l’accortezza di non aggiungere troppo zucchero.

Quando acquistiamo del cioccolato fondente, facciamo attenzione alla lista degli ingredienti. Dovrebbe infatti contenere:

  • pasta di cacao in alta percentuale
  • cacao in polvere, semi e burro di cacao
  • poco zucchero

Per gustarlo al meglio, ricordarsi di far sciogliere il cioccolatino o in quadratino in bocca senza morderlo, permettendo al burro di cacao di sciogliersi, andando quindi a coprire il gusto amaro.

Mangiare troppo cioccolato conseguenze e controindicazioni

Anche se, dopo tutto questo parlare, possiamo considerare il cacao un ottimo alleato della salute e della longevità, dobbiamo anche sottolineare che non è un alimento adatto a chiunque. Ad esempio, va evitato da chi soffre di reflusso gastroesofageo, di ulcere o di forti emicranie.